I mici che ti aspettano…

 

Se stai pensando di adottare un gatto, leggi prima queste importanti informazioni.

Qui sotto ci sono le storie di alcuni dei nostri ospiti, sempre microchippati, deparassitati, vaccinati e se adulti anche già sterilizzati. Vieni a incontrarli in sede, dove troverai tanti altri a-mici ad accoglierti a coda alta…!

Se pensi a una adozione particolare, guarda i casi del cuore.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci!

 

Un gattino, e tutti gli altri …

Gattini e gattini e gattini e gattini …..

Quella nella foto è una gattina di soli 2 mesi trovata a maggio, e fa poca differenza da dove provenga… nel momento in cui leggete le nostre volontarie-balie continuano a gestire gattini di età variabile tra i 2 e i 4 mesi  provenienti dai contesti più diversi. Colonie in corso di sterilizzazione, cassonetti dell’umido, vani motore delle auto, fossi al ciglio della strada, cassette della frutta e diosolosa in quanti altri posti ancora spuntano e spunteranno gattini come funghi …. Alcuni in buone condizioni, altri invece ci sono morti tra le mani, mentre i veri colpevoli di questi fatti non capiscono il senso della sterilizzazione e se ne vanno ancora in giro tronfi e ottusi…

Quinoa

Età stimata: 2 anni circa

Una gatta adulta randagia ma di buon carattere che ci viene portata in bruttissime condizioni. Anche per questo motivo dal momento del suo ingresso passano quasi tre mesi prima che venga resa disponibile per l’adozione. Il grave stato fisico in cui si sono sommate la magrezza, la debolezza del sistema immunitario e forse anche un parto non recente hanno debilitato a tal punto la gattina che si è rimasta in osservazione e sotto le nostre cure a lungo. Ora si è lasciata quasi tutto alle spalle, anche se respira ancora con un po’ di difficoltà. E’ molto affettuosa e questo la rende altamente adottabile, già vaccinata e sterilizzata.

 

Sgarbi

Età: un anno

Una casa con 3 belle gatte sterilizzate. Un richiamo irresistibile per un gatto maschio bullo e non ancora sterilizzato. Si stabilisce nei paraggi dell’abitazione, ma ogni volta che le gatte escono come di consuetudine, succede una rissa. Lui è deciso a restare e imporsi. Ci chiama la proprietaria delle 3 gatte implorandoci di aiutarla, ma per contro le chiediamo di fare appello tra i vicini: forse il gatto è di qualche residente che “ha dimenticato di sterilizzarlo” … Nessuno risponde agli appelli e il micio arriva da noi ma, nonostante la sterilizzazione e dunque l’abbassamento dell’aggressività, questo bel gatto adulto resta un attaccabrighe: non ci resta che battezzarlo Sgarbi, in onore del suo omonimo, incline alla zuffa. Va comunque detto che Sgarbi non ha alcun problema con le persone e si dimostra docilissimo e arrendevole, ma con i gatti no. Quelli proprio non li sopporta… serve forse confermarvi che cerchiamo per lui un contesto esclusivo in appartamento?


Tortora

Età stimata: due anni

Ci ha chiamato un signore molto ansioso: sosteneva che da qualche giorrno (!!) un gatto se ne stava accovacciato sotto la sua siepe ma lui era troppo intimorito al pensiero di toccarlo o avvicinarlo (!!!) … e per fortuna non era un leone! L’unica cosa di cui sembrava certo era che – seppur magro – il gatto non sembrava nè ferito nè malato. Con il nostro intervento abbiamo recuperato questa inconsueta incrocio siamese rivelatasi una femmina giovane di un anno di età circa, non ancora sterilizzata e che probabilmente non mangiava da giorni. L’abbiamo rifocillata, sterilizzata e abbiamo poi capito con il passare dei giorni perchè forse è stata allontanata o si è allontanata da dove presumiamo vivesse: ha un caratterino tutto pepe non facilissimo. Decide lei quante carezze vuole e quanto tempo ti concede di toccarla. Inoltre non ama essere presa in braccio e tollera male tutti i gatti troppo invadenti o che anche solo le passano vicino. Tratti caratteriali sicuramente lontani dal clichè del gattino carino tutto fusa e struscio… Qualcuno cerca un felino 100% DOC quanto a carattere indipendente e sicuro di sè? Tortora nel caso sarebbe la micia ideale.

Irlanda

Età stimata:  tre anni

In decine di anni di volontariato abbiamo visto ripetersi troppe volte la stessa storia: quando un anziano ha un gatto come animale domestico di solito nessuno dei parenti (serpenti) si vuole occupare del felino se l’anziano muore o viene ricoverato in casa di riposo. Statisticamente possiamo affermare che per 10 gatti (anche giovani….) ex conviventi di anziani, solo 1 su 10 viene adottato ancora nella stessa cerchia famigliare: e ancor peggio va se l’anziano non ha parenti diretti. Se state pensando che la cosa è molto triste, beh… siamo assolutamente d’accordo. Il caso di Irlanda è proprio questo: la sua ultraottantenne convivente muore e NESSUNO dei parenti alla lontana vuole nè la gatta nè un cagnolino che pure conviveva in casa con l’anziana. Una vicina sensibile e generosa, si occupa di trovare una nuova casa al cagnolino e ci porta la gatta, sconsolata almeno quanto tutti noi. Irlanda era inizialmente scontrosa e intrattabile: i gatti delle persone anziane che non hanno socialità sono spesso ombrosi o estremamente timorosi. Ora è qualche mese che è con noi e il carattere si è addolcito, ma la gatta rimasta riservata sconta la presenza di decine di gattinitantocarini, che le rubano l’attenzione delle famiglie e non vogliono nemmeno prendere in considerazione l’adozione di un gatto (secondo loro) già vecchio a soli 3 anni…

Micia

Età: nove anni

Micia inizia la sua vita come randagia, anni fa. Non è una gatta facile: come tutti i gatti abituati alla strada il suo carattere è schivo e guardingo. Una mano amica però le viene in soccorso. Una ragazza, che chiameremo Angela, decide di offrirle una opportunità, un po’ di cibo e un riparo esterno. Micia cresce sterilizzata abituata a muoversi fuori casa di Angela. E quando Micia comincia a fidarsi, accade però che Angela si ammala gravemente e non solo è costretta ad entrare e uscire dall’ospedale, ma anche a cambiare casa allontanandosi molto dai luoghi conosciuti da Micia. Per quasi un anno Angela fa la spola tra l’ospedale e la vecchia abitazione dove ancora Micia risiede in esterno. I problemi di Angela si aggravano e lei ci chiede di ritirare Micia, consapevole che rinchiudere la gatta in gattile la stresserà. L’inserimento di Micia non è stato semplice. All’inizio viveva sistematicamente nella voliera, indipendentemente dal tempo e dalla temperatura esterna. Poco alla volta il tempo passato dentro la stanza azzurra è diventato sempre di più e oggi Micia si fa amabilmente fotografare da vicino, senza paure nè timori. Una gatta dolce che merita una nuova opportunità.


Lorenzina

Età stimata: sette anni

Un’altra gatta della gattara novantenne, ora al ricovero, e rispetto al gruppo degli altri felini probabilmente la più “tosta”. Non è manovrabile ma non è nemmeno selvatica. Con lei funziona benissimo la convivenza pura, ossia è disponibile a restare nei paraggi, ma non alle smancerie o all’invadenza eccessiva del suo spazio. Sicuramente adeguata come secondo gatto o per chi cerca un animale indipendente e sicuro di sè. Quando l’abbiamo ritirata le è stato fatto il test FIV/FELV risultato negativo.